quarta-feira, 21 de julho de 2010

- un pò del lavoro;

Anche oggi è stato pesante. Ho veramente bisogno di una piccola vacanza. Mi sa che il mio lavoro inizia a affettare la mia sanità. Oggi hanno chiamato la psicologa per una paziente con delle ideazione di suicidio. Quando sono arrivata trovo una persona con l'insufficienza respiratoria grave, non servono più gli apparecchi per aiutare a respirare perche il suo polmore non funziona più visto che è pieno di tumori. Lei sa che morirà presto però non vuole più soffrire. E cosa si può fare? Niente. Si deve aspettare finche non riesca più respirare neanche con l'apparecchio. Potete immaginare che agonia? E poi chiamano la psicologa perchè lei dice che vuole morire. dicono Ideazione di suicidio?? Cosa poteva chiedere lei oltre la morte? Io al posto suo non avrei solo idee. Ovviamente avrei fatto qualcosa per risolvere il "problema". Se fanno i medici è l'eutanasia. Se fa il paziente è suicidio. Comunque è una forma di finire la sofferenza. Vedere lei senza respirare mi ha fatto male davvero. Quasi le ho detto: "ti serve un aiuto? magari ti porto la medicina sbagliata, veleno o forse una arma. Cosa preferisci?".
Sono arrivata a casa e ho pianto come una pazza... forse per ringraziare la mia vita e la mia salute. Solamente Dio(nella forma che credete) per portare un pò di serenità a quella gente.

Nenhum comentário: